La psicoterapia di coppia

Autore: Dott.ssa Maura Santandrea

Che cos'è la Terapia di coppia

La psicoterapia di coppia è una forma di terapia che lavora prevalentemente sulla relazione e, proprio per questo motivo, l’approccio che maggiormente si presta ad un simile percorso è quello sistemico relazionale che focalizza la sua attenzione su tutti quei meccanismi, all'interno delle relazioni tra persone, che generano dei comportamenti significativi.
In questi ultimi anni la psicoterapia di coppia è diventata un’esigenza sempre più comune: molte persone si sentono paralizzate da tutta una serie di problematiche, presenti all’interno della loro relazione, che conferiscono un profondo stato di malessere ad entrambi e a cui, da soli, per quanti sforzi si facciano, non riescono a trovare una soluzione efficace.

Problemi di coppia

Il costante aumento di tale fenomeno è dovuto al fatto che è cresciuta la sensibilità verso certi aspetti complessi e diffusi che caratterizzano le relazioni di coppia: i ruoli maschili e femminili non sono più ben definiti come prima e ingenerano negli individui disorientamento e confusione; l’eccessiva presenza o l’assenza della propria famiglia d’origine esercita un peso non trascurabile sulla coppia; l’ educazione dei figli spesso si trasforma in una sfida che mette a dura prova il legame tra i genitori.

Relazionarsi in coppia

La modalità di relazionarsi dei due partners può diventare sempre più aggressiva e litigiosa o sfocia in una progressiva forma di allontanamento che ha come risultato l’indifferenza, nell’illusione che quest’ultima ci permetta di soffrire di meno. Ogni piccolo gesto o parola diventa fonte di malcontento o un pretesto di litigio e la quotidianità, in tutte le sue manifestazioni, comincia a trasformarsi in disagio, intolleranza, insoddisfazione, conflitto di coppia.

Coinvolgimento emotivo nella coppia

In altre circostanze, invece, uno o entrambi i partners si ritrovano a non essere più coinvolti emotivamente dall’altro, a perdere interesse per la persona che hanno affianco senza capire come siano arrivati a questa situazione, eppure non riescono a staccarsi da colui o colei che fino a quel momento hanno amato, arrivando, in alcuni casi, ad una vera e propria dipendenza affettiva. In molti casi di conflittualità, all'interno della coppia, l’altro non è visto più con gli stessi occhi, si comincia a diventare insofferenti verso qualsiasi manifestazione del carattere del partner e il legame risulta sempre più compromesso, col rischio di arrivare al tradimento.

Le fasi della vita di coppia

Alcune coppie hanno consapevolezza del proprio disagio e ciò le spinge a maturare una richiesta d’aiuto congiunta che consenta di intraprendere un percorso terapeutico insieme.
In molti casi, le difficoltà della vita insieme, insorgono durante periodi in cui la coppia va incontro a cambiamenti fisiologici, ovvero nel passaggio dal fidanzamento al matrimonio, durante la nascita dei figli, l’educazione dei figli, nell’affrontare scelte di vita impegnative (la lontananza/vicinanza dalla rispettive famiglie d’origine, un investimento importante, coltivare interessi personali che richiedono di passare più tempo fuori casa, un trasferimento per motivi di lavoro, ….), di fronte al pensionamento, ad un grave lutto……e allora la coppia può scegliere di farsi carico, insieme e alla pari, del suo disagio e rivolgersi ad uno specialista.

La coppia di genitori

Capita anche frequentemente che le coppie chiedano di essere aiutate nel loro ruolo di genitori: di fronte a bambini o adolescenti che mettono in crisi le competenze genitoriali suscitando nei coniugi un forte senso di impotenza, frustrazione, rabbia. In queste circostanze, scegliere di cominciare un percorso di coppia, può avere risvolti positivi su tutta la famiglia, migliorando la qualità delle relazioni all’interno di tutto il nucleo familiare, oltre al benessere individuale.

La coppia e le famiglie d'origine

In altre situazioni invece, le coppie possono necessitare di un aiuto nella gestione del rapporto con le proprie famiglie d’origine magari troppo intrusive nella vita dei due partners o complesse nel modulare le distanze dai figli . Anche in questo caso, una psicoterapia di coppia può costituire un valido aiuto in grado di influenzare favorevolmente i rapporti con i rispettivi parenti.

L'utilità della Psicoterapia di coppia

Perché, se è presente una crisi della relazione, è meglio chiedere una psicoterapia di coppia e non una terapia individuale?
La richiesta d’aiuto congiunta o di coppia costituisce un segno della volontà di arginare un processo degenerativo in corso all’interno della relazione. Accade frequentemente che uno dei due partners, prima di arrivare a proporre una psicoterapia di coppia, abbia tentato di risolvere il suo disagio attraverso un percorso individuale ma, nonostante questa esperienza possa aver prodotto una qualche forma di consapevolezza rispetto alla situazione, non è riuscita a risolvere le problematiche inerenti alla coppia. Questo fenomeno è spiegabile con il fatto che il “luogo” migliore per lavorare sulla relazione di coppia è proprio la coppia ovvero la presenza, in terapia, di ambedue gli individui coinvolti nel rapporto, poiché sono proprio loro due che danno vita a quel tipo di legame. La soluzione interpersonale ad un malessere della coppia diventa senza ombra di dubbio la strada più adatta ed efficace.